Split payment

L’Ater di Belluno informa i propri fornitori che dal 1° gennaio 2018 sarà tenuta, in virtù del  D.L. 16 ottobre 2017, n. 148 (art. 3) - Convertito in Legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, L. 4 dicembre 2017, n. 172 ad applicare il metodo di pagamento detto “split payment” (“scissione dei pagamenti”), procedura dalla quale era stata finora esentata.

L’art. 3 del Decreto Legge 16 ottobre 2017, n. 148 (Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili), ha infatti esteso il meccanismo dello “split payment” o “scissione dei pagamenti”, previsto all’art. 17-ter del D.P.R. 633/72, anche ai seguenti soggetti:

  • enti pubblici economici nazionali, regionali e locali, comprese le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi alla persona;
  • fondazioni partecipate da amministrazioni pubbliche di cui al comma 1 per una percentuale complessiva del fondo di dotazione non inferiore al 70 per cento.

            La nostra azienda (Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Belluno) è un Ente Pubblico economico strumentale della Regione Veneto che opera a livello locale.

            Pertanto, tutti i fornitori dell'Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Belluno, ivi compresi i prestatori di servizi assoggettati a ritenuta alla fonte (es. professionisti), dal 1° gennaio 2018, relativamente alle operazioni per le quali è emessa fattura a partire dalla medesima data, dovranno emettere nei confronti della scrivente solo fatture di vendita in “scissione dei pagamenti”; in pratica, continueranno ad esporre l’IVA nelle fatture come di consueto, ma indicheranno in calce al documento la dicitura “Operazione soggetta alla scissione dei pagamenti ex art. 17-ter, comma 1bis, DPR n. 633/72”. Per le eventuali prestazioni già in reverse charge (ex art. 17, comma 6, lett. a-ter DPR n. 633/72), invece, non sono previste modifiche alle consuete modalità di fatturazione.

Si ricorda, infine, che l'Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Belluno non rientra nel campo di applicazione dell’obbligo di fatturazione elettronica; pertanto, i fornitori dovranno continuare ad emettere le fatture nel consueto formato cartaceo.

La presente comunicazione viene emessa anche in applicazione della previsione di cui all’art. 1, comma 1-quater, del D.L. 50/2017.


Pubblicato sul presente sito internet in data 21/12/2017.